Aruba è un’isola sudamericana con un’antica anima europea, precisamente olandese. Meta ideale di un viaggio in barca, vi conquisterà con la sua storia e la sua natura

aruba viaggio
Le calme acque della costa sottovento di Aruba, ovvero quella meridionale che fronteggia il litorale del Venezuela, sono ideali per navigare durante tutto l’anno, perché i costanti venti alisei che soffiano assicurano condizioni favorevoli.

ARUBA, UN PO’ DI STORIA

Sono le stesse brezze marine che colpirono i sensi del primo europeo che giunse sull’isola intorno al 1499, l’esploratore spagnolo Alonso de Ojeda.

Tartarughe, mante e barracuda
sono di casa tra le splendide acque dell’isola

aruba viaggio
DUE APPRODI Tra le rotte attorno ad Aruba ci sono quelle che portano alle isolette De Palm e Reinassance, con ristoranti e centri per fare snorkelling oppure diving.

Dopo il suo sbarco però la storia di Aruba divenne complicata e la proprietà dell’isola passò più volte in mani diverse. Nel 1636, quasi al culmine della Guerra degli Ottant’anni tra Spagna e Olanda, gli Orange s’impadronirono  dell’isola, mantenendone il controllo per quasi due secoli.

ARUBA OGGI

Anche oggi Aruba rimane una parte “speciale” del Regno dei Paesi Bassi, anche se per il governo gode di un suo statuto autonomo. La sua popolazione, creatasi da un grande mix di avventurieri europei, indigeni e schiavi importati dall’Africa e dal Sudamerica, ha miscelato le esperienze diverse e le tradizioni introdotte da ognuna delle numerose nazionalità che sono giunte man mano fin qui.

ORANJESTAD, LA CAPITALE

Tra i tratti più importanti c’è l’innata ospitalità che deriva proprio dalla mescolanza multiculturale che riflette un ricco passato. Anche per questo ad Oranjestad, la pittoresca capitale olandese dell’isola, è facile noleggiare un’imbarcazione. Consigliamo un piccolo catamarano, a bordo del quale solcare la superficie azzurrissima del mare arubano, mentre l’orizzonte sereno si allunga in lontananza in ogni direzione. www.aruba.com