Uno dei punti di riferimento mondiali per il design

by Giuliana Fratnik

Hotel Unique di San Paolo del Brasile
Hotel Unique di San Paolo del Brasile
L’esterno dell’albergo
L’esterno dell’albergo

Hotel Unique di San Paolo del Brasile

Gli interni del piano terra che accoglie reception, bar e lounge
Gli interni del piano terra che accoglie reception, bar e lounge
Gli interni, opera di João Armentano, sono moderni nelle parti comuni e caldi e accoglienti nelle stanze
Gli interni, opera di João Armentano, sono moderni nelle parti comuni e caldi e accoglienti nelle stanze

C’è chi ci vede una fetta d’anguria, chi una mezzaluna, chi ancora una nave. Noi, per deformazione professionale, sposiamo l’ultima tesi, anche se il suo autore non ha mai rivelato a cosa si sia davvero ispirato. Mezzaluna o nave che sia, l’Hotel Unique di San Paolo del Brasile, membro di Design Hotels™ (il booking è possibile attraverso il sito www.designhotels.com) è, a detta di molti, un riferimento mondiale per l’originalità del design.
Progettato da Ruy Ohtake, architetto brasiliano figlio d’arte (il padre è l’artista Tomie Ohtake) signore dell’architettura contemporanea made in Brasile e famoso per il suo stile dinamico e inusuale che lo ha portato a realizzare edifici come l’Istituto Tomie Ohtake sempre a San Paolo o lo spettacolare acquario Pantanal nel Mato Grosso, l’Hotel Unique è uno dei punti di riferimento della movida paulista. Situato a Jardim, uno dei quartieri più belli della città, è costituito da due grandi pareti laterali alte 25 metri e spesse 50 centimetri che sorreggono una struttura a semicerchio ricoperta di lastre di rame invecchiato e caratterizzata dalle grandi finestre a forma di oblò.
Lo spazio vuoto che riconduce a terra è interamente chiuso da vetrate continue e ospita la reception, il bar e la lobby, riprendendo le forme curve dell’esterno nei soffitti. Gli ingressi sono collocati sui due lati della struttura. L’interior design, opera di João Armentano, è caratterizzato dai piani sfalsati che si rincorrono incessantemente e dalle curve esterne convesse che diventano concave all’interno e si trasformano in uno dei punti focali dell’arredo. Mobili e sedute delle aree comuni sono moderni, quasi minimalisti, ma diventano caldi e accoglienti nelle 96 camere grazie al massiccio utilizzo di legno per i pavimenti e alla scelta di usare tonalità neutre e morbide. E le stanze ubicate alle due estremità di ciascuno dei sei piani hanno inoltre una caratteristica unica: i pavimenti che, seguendo la forma curva della parete esterna, salgono fino al soffitto creando una sorta di skate park.
Oltre che verde per l’invecchiamento delle lastre di rame che lo ricoprono, l’Hotel Unique è verde anche nell’anima. L’acqua arriva da un pozzo artesiano e il suo uso è ottimizzato al massimo, così come i consumi energetici (aria condizionata compresa) monitorati e gestiti dal Building Manager System, un programma automatizzato, sviluppato per consentire all’albergo di sprecare la minor quantità possibile di energia.
Gli oli esausti sono ceduti a una Ong che li trasforma in additivi per il biodisel, mentre le saponette usate usate a metà dagli ospiti sono recuperate e riciclate per lavare gli stracci dei pavimenti. Ma la parte più cool, ambita e famosa dell’Hotel Unique sono il bar, il ristorante e la piscina che si trovano nella penthouse all’ultimo piano e sul tetto. Il suo Sky bar è inserito da tempo nella top ten dei luoghi da non perdere di San Paolo. Il ristorante offre piatti prelibati e una location panoramica e la vista sulla città dalla piscina sul tetto merita, da sola, una visita.

La vista su San Paolo che si gode dalla piscina sul tetto e dal roof bar è una delle migliori della città
La vista su San Paolo che si gode dalla piscina sul tetto e dal roof bar è una delle migliori della città
Una delle camere laterali con i pavimenti curvi
Una delle camere laterali con i pavimenti curvi
Un'altra camera dell'hotel Unique di San Paolo del Brasile
Un’altra camera dell’hotel Unique di San Paolo del Brasile