Si chiamerà K40 il nuovo expedition yacht costruito da Cerri e disegnato dallo Studio Sculli. Ecco le sue caratteristiche in anteprima

K40: caratteristiche del nuovo expedition yacht di Cerri Cantieri Navali

Porta la firma dello Studio Sculli mentre l’ingegneria navale è il risultato del lavoro dello studio Vannini-Oleggini. Questo è il nuovo expedition yacht di 40 metri che sarà realizzato da Cerri Cantieri Navali. Porta la sigla K40 e rappresenta il primo modello della nuova flotta Fuoriserie.

Caratteristiche: scafo in acciaio e linee essenziali

Lo yacht ha scafo in acciaio, con classificazione “light ice” mentre la sovrastruttura è in alluminio. Le linee dell’opera morta e della sovrastruttura sono essenziali e moderne con qualche citazione più tradizionale. Tra le principali caratteristiche il quarto ponte interamente riservato all’armatore, grandi spazi all’aperto, oltre a cucina e cambusa paragonabili a quelle di uno yacht di 50 metri.

Interni

Gli interni saranno all’insegna della luminosità con un mix di legno a vista, zone con mobili laccati e tessuti. Notevoli le dotazioni di bordo che comprendono un tender di 6,50 metri di lunghezza collocato in un garage centrale. Inoltre il K40 disporrà di pantry di servizio per ogni ponte, beach area con cinema, spogliatoio, ricovero per le attrezzature subacquee, aree esterne con zone pranzo, BBQ e zona bar nel sundeck. K40: caratteristiche del nuovo expedition yacht di Cerri Cantieri Navali
www.cerricantierinavali.it
www.studiosculli.com